Pescara, è un Zeman più 'italiano'

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Vi presentiamo il Pescara, prossima avversaria della Cremonese nella 27° giornata di campionato di Serie B 2017-2018

Banner La Locanda del Contadino

Dopo la batosta rimediata a Cesena per 4-2 - lo scorso dicembre - che ha fatto precipitare il Pescara a ridosso della zona retrocessione, il tecnico Zdenek Zeman sembra aver cambiato modo di giocare. Il modulo di base resta comunque il 4-3-3, anche se è cambiato il modo d'interpretarlo: non più un calcio "alla garibaldina" come da suo solito, ma più conservatore. Da allora, infatti, ha giocato 8 partite, subendo solo 6 gol (di cui 5 in 2 partite) e segnandone appena 5. E i risultati gli hanno dato ragione viste le vittorie di misura contro Novara, Venezia e Foggia e i pareggi contro Ascoli e Entella (quest'ultimo addirittura a reti bianche) che hanno portato i biancoazzurri a -2 dalla zona play-off.

Il mercato di gennaio ha visto alcune cessioni eccellenti, come quella di Ganz all'Ascoli, Benali al Crotone, Zampano all'Udinese e Mancuso alla Juventus (rimasto però in prestito). Tali partenze sono state rimpiazzate dall'esterno Yamga (Chievo ma in prestito al Carpi), il centravanti Bunino (Juve ma in prestito all'Alessandria) e il terzino Fiamozzi (Bari). Da segnalare anche il recente ritiro del difensore centrale ex Atalanta Guglielmo Stendardo, impiegato soltanto una decina di minuti nella sopraccitata debacle di Cesena.

All'andata è finita 0-0, nonostante innumerevoli occasioni, un legno e un gol annullato da entrambe le parti. Nel finale anche un miracolo di Ujkani su punzione al limite di Kanouté.