Bari, Grosso resta appeso a un filo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Vi presentiamo il Bari, prossima avversaria della Cremonese nella 26° giornata di campionato

La vittoria casalinga contro il Frosinone ha salvato la panchina di Fabio Grosso, che prima dell'ultimo turno aveva raccolto soltanto 6 punti in 8 incontri, scendendo dal primo all'ottavo posto e vedendo la sua panchina più traballante che mai. 

Da notere i tanti gol subiti da parte del Bari: ben 34 come l'Empoli, che però ne ha segnati 54 contro i 36 dei pugliesi, ai quali è spesso forse mancato l'apporto dei centravanti, come dimostrano i 3 gol complessivamente segnati dal trio Kozak, Floro Flores e Nené. In compenso, gli esterni Improta e Galano stanno andando oltre le più rosee aspettative con rispettivamente 7 e 13 gol. Saranno loro dunque i pericoli a cui prestare maggiore attenzione, anche se la rosa è stata rinforzata in ogni reparto nel mercato invernale: in difesa sono arrivati Empereur dal Foggia, Oikonomou dal Bologna e l'ex Lazio Diakité, in mezzo Henderson dal Celtic Glasgow, mentre in attacco l'argentino Andrada dal River Plate. 

All'andata finì 1-0 per i Galletti con gol d'Improta al 72', ma i grigiorossi furono sfortunati in quanto dovettero utilizzare due cambi già nel primo tempo, a causa degli infortuni di Claiton prima e Croce poi.