Le pagelle del Parma: Dezi e Calaiò decisivi

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ecco le pagelle del Parma. Il giovane centrocampista in prestito dal Napoli è il più frizzante in campo; l'arciere fa reparto da solo

FRATTALI, voto 6
Viene chiamato in causa poche volte. Nessuna parata degna di nota, gara piuttosto tranquilla. Attento.

IACOPONI, voto 6
Nonostante Renzetti sia in giornata per i grigiorossi, riesce a coprire in maniera ordinata e si propone spesso anche in avanti.

DI CESARE, voto 6.5
La grande stazza gli permette di fare la voce grossa sugli attaccanti della Cremo. Ostenta sicurezza, è pulito in ogni intervento. Si fanno sentire le quasi 300 presenze in categoria.

GAGLIOLO, voto 6.5
Come il compagno di reparto, non commette sbavature nemmeno sulle ripartenze (un po' lente) che crea la Cremo, soprattutto nel primo tempo. 

SCAGLIA, voto 7
L'ex grigiorosso si vede a tratti, ma quando ha il pallone fra i piedi è davvero pericoloso. Fa valere la sua classe, mandando in porta i compagni con una semplicità quasi surreale. Nel finale, mezzo voto in più per quel grandioso salvataggio su Mokulu a pochissimi secondi dalla fine. 

BARILLÀ, voto 6.5
Centrocampista di gamba, scoppiettante e pungente. Si inserisce spesso fra le linee, facendo perdere punti di riferimento agli avversari.

MUNARI, voto 6.5
Davanti alla difesa è una diga. In pochi riescono a sfuggirgli. Si spegne un po' nel secondo tempo.

DEZI, voto 7.5
Sicuramente il migliore dei suoi. Sembra che abbia un polmone più di tutti gli altri 19 giocatori di movimento in campo. Danza sul pallone, scambia velocemente con i compagni, s'inserisce sempre coi tempi giusti (guadagnandosi anche il rigore decisivo) e sfiora più volte il gol. 

NOCCIOLINI, voto 6.5
Giocatore di sostanza, che si vede poco ma aiuta molto la squadra. Fa a sportellate, arriva anche alla conclusione in un paio di circostanze.

CALAIÒ, voto 7
Siamo sicuri che abbia 35 anni? L'arciere può fare tranquillamente reparto da solo. Appare già in grande condizione, fa avanti e indietro per tutti i novanta minuti e segna il rigore che dà la vittoria ai suoi.

BARAYE, voto 7
Quando parte non lo si prende più. Salviato non regge l'esplosività dell'ex Juve Stabia, che nei dribbling riesce a cavarsela su chiunque. Pesano quei due gol divorati solo di fronte a Ujkani, ma è fortunato che la squadra vince lo stesso. Gli manca il piede educato per approdare in Serie A.


Sono entrati:

INSIGNE, voto 5.5
Svolge il suo compito da subentrato per mantenere il risultato. Mezzo voto in meno per una simulazione evitabile.

CORAPI, voto 6
Mette ordine al centrocampo e con un missile va ad un passo dal raddoppio.

LUCARELLI, sv
Il capitano storico entra nei minuti finali per salvaguardare il prezioso 1-0.


Il mister

D'AVERSA, voto 6.5
La squadra lotta, crea e - al contrario dei grigiorossi - ha il giusto approccio alla partita. Vincere all'esordio fa bene al morale e non poteva chiedere di meglio al suo Parma, che dunque mette in saccoccia già 3 punti in questa B particolarmente complicata.